venerdì 6 maggio 2011

Una Stagione Selvaggia - Joe R. Lansdale

Prima avventura della coppia di detective Hap e Leonard, creati dalla mente geniale e pirotecnica di Joe R. Lansdale.
Anzi, in questo primo capitolo non sono ancora detective, sono due amici piuttosto sfigati che si trovano nel mezzo di un pasticcio pensato male e finito peggio.
Hap Collins è un ex hippie contestatore dagli ideali ormai infranti, con un divorzio alle spalle e rassegnato a vivere tranquillamente nella mediocrità. Leonard Pine è cinico e insofferente, appassionato di musica country, è nero, è gay ed è il migliore amico di Hap.

Gli anni '60 dovrebbero essere ormai passati e sepolti per i nostri due anti-eroi, ma tornano prepotentemente a galla sotto forma di Trudy, l'ex moglie di Hap, una bomba sexy nonché una vera e propria disgrazia per gli uomini, che ricompare dal nulla per proporre ai nostri un colpo che potrebbe arricchirli in breve tempo senza troppi rischi: si tratta di recuperare il bottino di una rapina affondato nella palude.
E poi ci sono gli altri elementi della scalcinata banda: Chub che si culla nelle illusioni hippie di rivoluzione sociale, Paco, un ex leader rivoluzionario del movimento degli anni '60 sfigurato da un'esplosione, e Howard, la nuova, stupida, fiamma di Trudy.
Naturalmente con cotanti membri della banda, le cose non filano lisce come previsto dal piano, tutti vogliono una fetta più grossa del bottino e sono pronti a fregare gli altri. Ed infatti Hap e Leonard sono i primi che vengono fregati.


Hap e Leonard sono una coppia semplicemente fantastica. È un piacere leggere i loro dialoghi quando litigano, si insultano, battibeccano. Sono due opposti che si attraggono, una miscela di ironia e scanzonata spietatezza, le due facce ghignanti e disincantate del Texas di Lansdale. Ho iniziato a leggerlo e sono sprofondata nelle atmosfere fredde e nebbiose del Texas, nel mix di umorismo, azione e dialoghi che farebbero intimidire Tarantino, e non l'ho mollato fino all'ultima pagina. Sono stata proprio conquistata da Hap e Leonard (soprattutto da quest'ultimo), e Lansdale si conferma uno dei miei scrittori preferiti in assoluto.
Questo è il capitolo zero, l'avventura che da origine alla futura coppia di detective privati più ganza della letteratura, che permette di conoscere i personaggi e capire meglio i successivi romanzi della serie.

Citazione:
- A proposito, amico, di che segno sei?
- Dello Stronzo, - disse Leonard.

Titolo: Una Stagione Selvaggia
Titolo originale: Savage Season
Autore: Joe R. Lansdale
Einaudi – Stile Libero, 2006
192 pagine

Pin It

5 commenti:

love and books ha detto...

Lo leggo di sicuro, anche se in biblioteca non c'è. Dialoghi che farebbero intimidire Tarantino... interessante!

Costantino ha detto...

Conto proprio di leggerlo-
Un saluto,Costantino

MarcioZombie ha detto...

era già sulla lista dei libri da forse-comprare..beh visto come ne parli sembra fantastico non me o perderò!

Daniele ha detto...

Letto da poco, m'è piaciuto molto. Una storia ben strutturata, a ogni capitolo succedeva sempre qualcosa. Ne verrebbe fuori un bel film.

love and books ha detto...

Letto! Li adoro, soprattutto Leonard ;)

Ricerca personalizzata

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails