lunedì 11 aprile 2011

La Notte del Drive-In 3 - La Gita per Turisti - Lansdale

Terzo capitolo della trilogia del Drive In di Joe R. Lansdale, questo “La Notte del Drive In 3” – La Gita per Turisti – mi è piaciuto meno dei primi due (recensione in questo post), ma rimane comunque un bel romanzo pieno di trovate fantascientifiche, scenari apocalittici e humour nel più classico stile Lansdale.

La storia riparte da dove il Drive In 2 finisce, e ritroviamo i personaggi (il narratore Jack, Steve, Grace e qualche nuovo acquisto) al Drive In ormai in avanzato stato di decadenza, dopo la scomparsa del mostruoso televisore umano Popalong Cassidy.
Ma i nostri ancora una volta si mettono in marcia, alla ricerca di qualcosa di meglio, per non soccombere al cannibalismo e alle strane cose che succedono al Drive In.
E così partono in un viaggio avventuroso a bordo di uno scuolabus galleggiante, finiscono nella pancia di un enorme pesce gatto, popolata da cannibali ancora più pericolosi e da misteriose ombre assassine.
Quando riescono ad uscire dal mostruoso pesce gatto elettrico finiscono in una foresta ancora più infestata di brutte sorprese e sinistri presagi di una fine imminente. Nel frattempo Jack si mette insieme a Reba, una dei nuovi personaggi, e diventa un po' meno sfigato (e anche un po' meno simpatico).

Il finale è stata la parte che ho trovato deludente: un finale a scatole cinesi, una soluzione filosofica e metafisica con echi di Asimov che ha a che fare con la creazione, il rapporto tra creatore e creature, quello tra uomo e macchine ed il senso della vita.
Insomma, se scrivi due libri e mezzo in chiave umoristica, fantascientifica e horror, non puoi concludere la trilogia con un finale metafisico!
Il terzo capitolo merita sicuramente di essere letto, fosse soltanto per concludere una vicenda iniziata e sviluppata ma non conclusa, che ci si aspetta si chiuda con il terzo, ma in realtà le risposte fornite sono parziali e sbrigative.

"Dio è solo la mente che fa gli straordinari."

"Da ragazzo avevo letto una storia buffa, e non mi ricordo il titolo né l'autore, ma ricordo una frase: - da qualche parte, un rospo scoreggiò in modo sinistro -."

La Notte del Drive-In 3
La Gita per Turisti
Einaudi - Stile Libero Noir, 2008

Pin It

2 commenti:

love and books ha detto...

Mi sa che io ho scelto il libro più brutto di Lansdale. Tutte queste trovate strane non c'erano affatto nel mio! Sarà il troppo studio che mi annebbia il cervello? Cmq la tua recensione mi fa trasparire un Landsale geniale, anche se questo ultimo ti è piaciuto meno degli altri!

Alòs!!

JL ha detto...

Adoro Lansdale, e l'ho seguito dal vivo per ben due volte quando a Roma è venuto a presentare due suoi romanzi ma... la serie del Drive-In non sono mai riuscito a digerirla!! Ha tutte le caratteristiche del Lansdale migliore, eppure secondo me manca qualcosa che lo renda memorabile! Ti piace la saga di Hap& Leonard?

Ricerca personalizzata

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails