mercoledì 14 dicembre 2011

Jackie Brown - Elmore Leonard

Jackie Brown è stato il mio primo romanzo di Elmore Leonard, ed è stato amore a prima vista. Era tanto che volevo leggere un suo libro, e alla fine ho scelto questo noir e l'ho divorato in pochi giorni; il film di Tarantino l'avevo visto una sola volta appena uscì al cinema, e non me lo ricordavo abbastanza bene da potermi guastare la sorpresa.
Confrontando il libro con il film le differenze non sono sostanziali, tranne una: la protagonista del romanzo è bianca e non nera; per il resto Tarantino è riuscito a riportare benissimo dei personaggi così caratterizzati dalla carta al grande schermo, ed ha sfruttato alla perfezione i dialoghi di Leonard aggiungendo il suo tocco personale (del resto è nei dialoghi che Tarantino da il meglio di sé).

Jackie è una bella hostess che lavora sui voli di linea tra Miami e le Bahamas, una persona insospettabile, perfetta per fare da corriere per i soldi sporchi del trafficante di armi Ordell Robbie, almeno finché non viene beccata all'aeroporto dai federali con soldi e cocaina, che le propongono di collaborare con loro per catturare Ordell, in cambio della libertà. Jackie accetta, ma fa anche il doppio gioco informando Ordell e facendo un accordo con lui; e non è l'unico, c'è anche Max, il garante di cauzioni con cui Jackie pianifica di rubare i soldi di Ordell e fuggire insieme. Ma siamo sicuri che Jackie non stia tentando di fregare anche lui?

Il punto di forza del romanzo sono i personaggi: perfettamente caratterizzati, ti sembra di averceli davanti e di conoscerli, tutti a loro modo sopra le righe ma assolutamente plausibili nel contesto della criminalità di Miami; ma anche i dialoghi vivaci e diretti, che Leonard utilizza abbondantemente per raccontare la vicenda attraverso le bocche dei suoi personaggi, spezzati qua e là da scene di azione e violenza molto pulp. Un noir serrato e avvincente, pieno di azione senza parti lente, fin dalle prime pagine sono caduta a capofitto nella storia e non ne sono uscita se non alla fine.
Originariamente il romanzo è intitolato Rum Punch, ma in Italia è stato pubblicato col titolo di Jackie Brown per sfruttare il successo del film (tanto che in copertina c'è la foto della locandina); nel film Tarantino ha cambiato il cognome di Jackie, da Burke a Brown (in omaggio ad uno dei protagonisti - maschili - de Gli Amici di Eddie Coyle, di George V. Higgins), così le volpi della casa editrice NET hanno pensato bene, per rimanere coerenti col titolo italiano appioppato arbitrariamente, di cambiare anche il nome della protagonista nel romanzo, fregandosene della scelta dell'autore di chiamare la protagonista come cavolo gli pare, e anche della fedeltà alla versione originale.

citazione:
“Se ti pago perchè tu stia zitta e loro ti chiedono qualcosa sulle armi, gli dirai che non sai niente, giusto?”
“Se ti dico che non parlerò” rispose Jackie “mi crederai sulla parola?”.

Titolo: Jackie Brown
Titolo Originale: Rum Punch
Autore: Elmore Leonard
Casa Editrice: NET , 2004
287 pagine

Pin It

3 commenti:

Alligatore ha detto...

Adoro il film di Tarantino, e ho una voglia matta di leggere il libro ... questa tua rece mi aumenta la voglia.

Ferruccio gianola ha detto...

Di Leonard conosco i racconti western, ma da tempo mi prometto di leggere dell'altro. Grazie del consiglio.

loveandbooks ha detto...

Mai letto Leonard ma devo approfondire!!

Ricerca personalizzata

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails