martedì 18 ottobre 2011

Distinti Saluti, Jack lo Squartatore - Joe R. Lansdale e Kevin Colden

Prendi un classico come Jack lo Squartatore, trasportalo dalla Londra di fine '800 a Chicago, a metà degli anni '40, aggiungi un po' di esoterismo e frulla tutto in un racconto di Robert Bloch, quello di Psycho. Poi prendi il racconto, trasformalo in un fumetto disegnato da Kevin Colden, e fallo sceneggiare a Joe R. Lansdale.
Il risultato è questo volumetto appena uscito per la GP comics dal titolo “Distinti Saluti, Jack lo Squartatore”, e visti gli ingredienti di partenza, il pasticcio finale è una miscela esplosiva di noir, splatter e mistero. 
Ultima uscita di Lansdale in Italia, l'ho comprato appena sfornato, ancora croccante, allo Sugarpulp Festival.

Il famoso serial killer Jack lo Squartatore continua ad uccidere a cinquanta anni di distanza, e si è spostato non solo nel tempo ma anche nello spazio, da Londra a Chicago; non è un assassino qualsiasi: egli deve la sua longevità e la sua sete di sangue ai poteri demoniaci che possiede. Sulle sue tracce una giovane e coraggiosa giornalista, uno psichiatra tutto d'un pezzo ed un investigatore inglese che ha dedicato la propria esistenza a dare la caccia a Jack the Ripper.
La storia prende vita dalla matita di Colden con linee sottili ed essenziali e sfondi appena accennati nei dettagli; nel complesso le azioni dei personaggi sembrano sospese per un istante senza tempo e senza dimensioni. I colori giocano sulle sfumature di grigio, sul bianco e nero con pochi, netti segni rossi, a sottolineare le immagini più splatter.
La sceneggiatura di Joe Lansdale, scritta a quattro mani con il fratello John, scorre via che è un piacere, con personaggi femminili forti e determinati come Jenny, comprimari a tratti molto umoristici come Sir Guy Hollis, tanta azione, dialoghi serrati e un crescendo di suspense per tutto il racconto.

Distinti Saluti, Jack lo Squartatore è un albo a fumetti breve che si legge tutto d'un fiato, una graphic novel molto gustosa per i fans di Joe R. Lansdale, per gli appassionati di Jack lo Squartatore e per i cultori dell'horror splatter. Insomma, perfetta per me.

“Deve uccidere per rimanere giovane.
E deve farlo in una maniera ben precisa.”

Sir Guy Hollis


Titolo: Distinti saluti, Jack lo Squartatore
Storia: Joe R. Lansdale, John L. Lansdale (da un racconto di Robert Bloch)
Disegni, colori e copertina: Kevin Colden
Editore: GP Comics, 2011
Collana: Just Novels
80 pagine


Pin It

6 commenti:

love and books ha detto...

bellissima recensione, rende molto bene l'idea!

MarcioZombie ha detto...

bene bene, ero molto indeciso se prenderlo o meno,visto come ne parli però penso che appena posso me lo leggerò!

Costantino ha detto...

n modo diverso di leggere e considerare questo personaggio!

Ivo Gazzarrini ha detto...

Il buon Lansdale non si smentisce mai... credo che non mi posso far scappare questo libro :)

Fra ha detto...

Non ho ancora letto niente di Lansdale, si accettano consigli: con quale iniziare?

Marco Franchi ha detto...

Il titolo mi ricorda un altro racconto breve "Cordiali saluti, Jack Lo Squaratore" che avevo trovato in una raccolta di racconti brevi di tanti tanti anni fa, di cui però non ricordo l'autore. Stiamo parlando dello stesso racconto?

Ricerca personalizzata

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails