lunedì 1 agosto 2011

World War Z - La Guerra Mondiale degli Zombie - Max Brooks

Questo è unanimamente riconosciuto come uno dei romanzi definitivi sugli zombie, e il sottotitolo originale "an oral history" rende bene l'idea della sua struttura: una raccolta di testimonianze orali dei sopravvisuti alla guerra mondiale degli Zombie, intervistati nel momento in cui la guerra sta finendo, il mondo cerca faticosamente di tornare alla normalità, e la minaccia dei non-morti non è totalmente scongiurata ma almeno in parte sotto controllo.
Un'epidemia terribile, spuntata in una remota provincia cinese e diffusa rapidamente in tutto il mondo, gettando nel panico l'umanità, costretta a rifugiarsi nei luoghi più freddi e isolati; un'epidemia che si trasforma in una guerra, dove i vivi devono combattere un nemico contro cui le moderne armi di distruzione di massa sono inefficaci, un nemico che trasforma le vittime in nuovi soldati nelle proprie fila, che non conosce stanchezza nè resa, soltanto la fame.

I racconti costituiscono i pezzi di un grande puzzle collettivo, focalizzandosi sul "fattore umano", le vicende personali, i casi più estremi di sopravvivenza, le emozioni dei sopravvissuti, descrivendo in parallelo gli sviluppi della guerra e le diverse reazioni dei vari Paesi del Mondo.
Così il lettore scopre un mondo dominato dalla paura e dal panico, ormai regredito al medioevo: gli sfollati asserragliati negli antichi castelli fortificati, il ritorno al baratto e la riscoperta di un'economia locale di sussistenza; un mondo dove Cuba è diventata ricchissima, dove Israele è uno Stato democratico e accogliente verso Palestinesi e profughi da tutto il mondo, dove invece l'Islanda soccombe totalmente all'epidemia ed il Giappone viene completamente evacuato.

Su Max Brooks e su questo suo romanzo sono state scritte decine di recensioni, di analisi approfondite su quanto dietro alla improbabile minaccia zombie ci sia in realtà molto di più, e quanto lo scenario apocalittico di World War Z possa essere più vicino di quanto si pensi. Cosa posso aggiungere io?
Posso dirvi che a me è piaciuto tantissimo, tanto da divorarlo in pochi giorni, e che l'ho trovato molto più realistico e plausibile di quanto mi aspettassi. E aggiungo anche che non è un vero e proprio romanzo horror, al centro delle vicende ci sono i drammi personali dei sopravvissuti e le vicende politiche internazionali, anche se non mancano certo spunti ironici.
Naturalmente Max Brooks è americano, e questo si riflette nella visione faziosa di nazioni come Cina, Russia e Israele, ma questo non toglie nulla al quadro complessivo.

Presto diventerà anche un film con Brad Pitt come protagonista (quale protagonista?) diretto da Marc Forster. Credo che la trasposizione di un romanzo corale sia già di per sé piuttosto difficile, e temo che la tentazione di trasformarlo in un action-movie pieno di effetti speciali spettacolari (a scapito del fattore umano) sia alta. Staremo a vedere, io comunque non sono troppo convinta...

Autore: Max Brooks
Titolo: World War Z - La Guerra Mondiale degli Zombi
titolo originale: World War Z
Casa Editrice: Cooper, 2007
320 pagine


Pin It

4 commenti:

MarcioZombie ha detto...

Bel libro, io l'ho trovato accattivante anche se avedolo il lingua originale ci ho messo tantissimo a finirlo..rispetto al film, boh la vedo difficile renderlo bene.

Costantino ha detto...

Beh!una parola definitiva su questo mondo molto particolare.
Speriamo in una edizione italiana-

Fra ha detto...

Off Topic: Ciao, volevo avvisarti che ho cambiato dominio, sono passato ad un più semplice senzafiato.com, il tuo blog è sempre tra i miei preferiti.
Ciao, buone lettura e buona estate.
Fra

Anonimo ha detto...

bel libro!
la copia che ho preso a pagina 188 finiva con una frase interrotta a capo e con il discorso lasciato a meta e a pagina 189 iniziava un altro capitolo.
Quando lo comprate controllate che non ci siano errori.

Ricerca personalizzata

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails