venerdì 25 maggio 2012

The Official Punk Rock Book of List - Handsome Dick Manitoba

Cosa fa il punk rocker del 2012 sul cesso? Cacca a parte, il punk rocker moderno legge, arricchendo il proprio bagaglio culturale di nozioni inutili che potrà poi sfoggiare al bar per bullarsi con gli amici della propria cul-tura musicale.
The Official Punk Rock Book of List è una lettura che non può mancare nel bagno di ogni punk rocker erudito, prima di tutto perchè c'è "punk rock" nel titolo, e poi perchè è stato scritto da Handsome Dick Manitoba dei Dictators (insieme a Amy Wallace, giornalista del New York Times, e illustrato da Cliff Mott).
L'ho comprato in uno dei posti più punk del mondo, ovvero al Manitoba's, il locale di New York gestito da Richard "Handsome Dick" in persona, dove ho passato alcune piacevoli serate a base di birra e rum speziato circondata da foto e cimeli di New York Dolls, Stoogees, Ramones, Cramps e altri. Handsome Dick non c'è quasi mai ma ho avuto la fortuna di beccarlo l'11-11-2011 e di bere con lui uno shot di rum alle 11.11 per festeggiare l'evento.


E' un libro da cesso non perchè sia brutto, ma perchè è perfetto per delle sedute di lettura brevi ma quotidiane, senza impegnare troppo i neuroni del punk rocker, già abitualmente sovraffaticati dall'intenso lavoro intellettuale.
Il contenuto del libro è riassumibile in una parola: liste. Liste di ogni tipo, dai 10 punk con le dentature più marce del mondo ai 14 cibi da evitare in tour secondo Jon Spencer, passando per i 6 più grandi vomitatori da palco e per le 8 persone che Debby Harry vorrebbe farsi.
Handsome Dick Manitoba nel 1973, con Iggy Pop
Grazie a The Punk Rock Book of Lists potrete impressionare i vostri amici raccontando con disinvoltura brillanti aneddoti di grande spessore morale, ad esempio: - Vuoi sapere come faceva Johnny Thunders a suonare quando non trovava l'eroina? Oppure - Questa pizza con la salsiccia è anche la preferita dai Dictators quando andavano in tour in Connecticut!
In pratica è una valanga di storie di sesso droga e rock and roll più o meno note, intervallate da consigli gastronomici  per junk e street food lovers e annacquate da tonnellate di luoghi comuni elevati al ruolo di dogmi, vedi il capitolo dedicato al look.
La maggior parte degli elenchi sono opera di Handsome Dick Manitoba, che non solo è un grande conoscitore della scena punk rock newyorkese facendone parte da sempre, ma è anche una guida vivente alla città di New York -  suo habitat naturale - nonchè pizza-maniaco e cultore dell'hamburger. Altre liste sono state scritte da amici di Dick, rockstar, roadie, groupie, discografici, new yorkers.
Molto divertenti le illustrazioni caricaturali dei tantissimi musicisti che si incontrano nelle liste, ironici e con piccoli dettagli gustosi, spesso comprensibili soltanto leggendo il testo dell'elenco a cui si riferisce l'immagine.
Handsome Dick Manitoba oggi
In sostanza ci troviamo di fronte ad un gioiello di inutilità parecchio divertente, perfetto da prendere a piccole dosi per ingannare il tempo passato sul cesso.

Si riscontrano alcune presenze inspiegabili in un punk rock book: cosa cacchio ci fa Kurt Cobain qui dentro? E mica una volta sola, parecchie... pure in copertina, immeritatamente in prima fila insieme a Joey Ramone. Ora, finchè qualcuno non mi dimostra scientificamente il contrario, i Nirvana non erano punk. Può darsi che si fossero ispirati al punk, ma questo non vuol dire un cavolo. L'attitudine dovrebbe ancora contare qualcosa. Non erano punk punto e basta.
Ci siamo capiti Dick?


Pin It

4 commenti:

Alligatore ha detto...

Wow che storia ...da invidia totale.

nic ha detto...

Cobain era grunge, il grunge è volutamente amore per il punk(quello vero del 76,77..Nn quello moscio dei primi 80 etc)nn vedo con tradizione...gabbia gabbia hey!

nic ha detto...

Cesso di cellulare!! GABBA GABBA HEY!

nic ha detto...

Cesso di cellulare!! GABBA GABBA HEY!

Ricerca personalizzata

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails